SEA: perché scioperare !

v   Per i lavoratori part-time, che attendono il passaggio full-time, pur  facendo nella realtà l'orario pieno, nonostante le numerose assunzioni, ed il superamento da parte di Sea del limite massimo previsto dal contratto.

v    Per i lavoratori a tempo determinato, che devono essere assunti a tempo indeterminato, ed ora con la richiesta di nuova cassa non ricevono nessuna comunicazione da parte della direzione Sea.

v    Per le lavoratrici e i lavoratori del ck-in e del piazzale, che attendono il riconoscimento del livello e l'adeguamento economico previsto dal CCNL.
v    Per i lavoratori che a causa di problemi fisici , hanno dovuto chiedere esenzioni, correlati al lavoro in azienda, che vengono costretti a scegliere tra la cassa e la sospensione senza stipendio, nonostante gli accordi e le leggi prevedano la tutela dei lavoratori ammalati.

v    Per le lavoratrici e i lavoratori del ck-in Easy-jet, che quotidianamente debbono sopportare, insulti ed angherie senza che Sea intervenga.

 

NESSUNA RISPOSTA A QUESTI PROBLEMI, VIENE DATA DA SEA . Ed anzi si utilizza la politica repressiva nei confronti dei lavoratori che operano nel rispetto delle procedure aziendali ma che non permettono il rispetto di tempi sempre più stretti per le operazioni di ck-in e handling si fa sempre più aggressiva, nonostante la cronica mancanza di personale in ogni reparto.

NESSUNA RISPOSTA VIENE DALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI . Ed anzi da mesi, cgil-cisl-uil-ugl-flai-sdl, continuano a firmare accordi che favoriscono le scelte Sea, senza nessuna assemblea dei lavoratori e senza porre alla Sea i problemi dei lavoratori. Ne è un esempio la gestione clientelare della cassa volontaria, con lavoratori che pur avendo gravi problemi personali viene negata, mentre "amici" dei vari funzionari sindacali, senza nessuna motivazione, sono perennemente in cassa.

NON FARSI INTIMIDIRE . Il meccanismo dello sciopero, costringe i sindacati al rispetto di norme che restringono il diritto allo sciopero sancito dalla costituzione. Per questo non possiamo dichiarare sciopero dalle 7.00 alle 10.00. Siamo però all'assurdo, mentre i lavoratori ed i sindacati debbono rispettare la legge,
la Sea fa quello che vuole. Con la lettera, (che riportiamo dietro), abbiamo già interessato tutte le istituzioni competenti, e se sarà necessario procederemo legalmente.

SABATO 23.01.10, per i lavoratori Sea

SCIOPERO di otto ore dalle ore 04.00 alle 07.00 e dalle 10.00 alle 15.00.

SLAI Cobas

Cub trasporti