Malpensa: No all'accordo. Comunicato stampa

Rsu SLAI Cobas SEA Handling Malpensa, 08 marzo 2008

info: 3358333386,02-99982727

email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1. Ribadiamo la nostra contrarietà al percorso voluto dalle aziende SEA spa e SEA Handling spa e siglato da tutti i sindacati, esclusi lo Slai Cobas e la Cub trasporti col verbale d'accordo del 27 febbraio 2008. 

2. Valutiamo non condivisibile il verbale d'accordo dell’ 8 marzo 2008 nel merito e nel metodo. 

3. Riteniamo, proprio per una questione di solidarietà, non accettabile la proposta di cigs volontaria prolungata, poiché estremamente onerosa per il lavoratore e non prevista dalle normative. (che nell’accordo sia proposta proprio in nome della “solidarietà”  dai firmatari è ridicolo. A quali pressioni saranno sottopostii lavoratori per aderire “volontariamente” alla cigs?).

4. L'utilizzo degli ammortizzatori sociali nei modi previsti dall’accordo  dimostra l'intenzione dell'azienda di sostituire i lavoratori a tempo indeterminato con lavoratori a tempo determinato e con contratti di lavoro somministrato. Il fine reale dell’accordo non è la salvaguardia occupazionale, ma la riduzione del costo del lavoro avviando una trattativa per ridurre i salari con una generale decontrattualizzazione dei dipendenti e con l’aumento degli interinali.

5.  Riteniamo inoltre che i dati forniti dall'azienda non abbiano esperito a ciò che è previsto dalla legge poiché estremamente generici, e l'intenzione di demandarli a una seconda fase di consultazione che prevede commissioni miste alle quali parteciperanno solo coloro che hanno firmato, unicamente uno strumento per dare agibilità esclusivamente ai sindacati che firmano quello che il padrone dispone.

6. Estremamente grave è la sottoscrizione della mobilità tra i tre terminal, che innescherà gravissimi problemi di spostamento per i lavoratori, a costo zero per l’azienda, distruggendo così tutti i precedenti accordi per contenerla e impedire che i lavoratori debbano trasferirisi in continuazione da un aereoporto all’altro.

6. Come Rsu Slai Cobas ci attiveremo per organizzare la risposta dei lavoratori contro quest’accordo, coinvolgendo tutti i lavoratori a prescindere dalla loro iscrizione a questo o quel sindacato. Da subito indiremo azioni di lotta contro quest’accordo che utilizza le ricadute della vicenda Alitalia su Malpensa per colpire anche i lavoratori di Linate e che avrà pesanti ricadute anche per i lavoratori delle altre aziende di handling.

Rsu SLAI Cobas SEA Handling Malpensa