ATM Milano

APPELLO A TUTTI I LAVORATORI EAV BUS

Vi informiamo che il 12 Luglio sono arrivate le lettere intimidatorie che preannunciano entro 5 giorni, e <<senza ulteriore indugio, l’attivazione delle procedure previste dalla legge per la risoluzione del contratto>> ai 5 nostri giovani colleghi (ex stagionali di Ischia) che non intendessero recedere dalle cause legali in corso.

La ritorsione dei dirigenti (sfociata oltretutto con l’omissione delle procedure di raffreddamento e conciliazione e prontamente denunciata alla Commissione di Garanzia) si basa su una “infame” clausola contrattuale (art.14 del contratto di assunzione), di fatto nulla in quanto mai ratificata nelle opportuni sedi qualificate!

La minaccia di rinunciare alla vertenza giuridica, pena il licenziamento, non è altro che una lampante ammissione di colpa aziendale per l’utilizzo illecito dei lavoratori con violazioni di leggi e di contratto, per sottrarsi così al giudizio dei magistrati.

Urge una forte presa di coscienza collettiva da parte dei lavoratori (giovani ed anziani) di tutti gli impianti, contro questa rappresaglia aziendale: ultimo colpo di coda (“prima di preparar i bagagli” ed essere “cacciati”) degli attuali dirigenti, che tanto disinvoltamente intendono annullare la nostra dignità.

Diamogli la spallata definitiva per farli capitolare!!!

Mandiamo un deciso segnale agli “attuali” dirigenti ed al neo Consiglio Regionale: i diritti dei lavoratori del trasporto pubblico non sono barattabili in nessun modo, tantomeno con tali spregevoli ricatti!

Si deve reagire a questa grave provocazione ed aderire massicciamente allo sciopero di Martedì 20 Luglio dalle ore 09,00 alle ore 13,00.

Tutti i lavoratori, iscritti e non iscritti al sindacato, possono aderire liberamente allo sciopero. Lo sciopero è un diritto costituzionale ed è stato indetto nel pieno rispetto delle leggi vigenti.

Su la testa lavoratori!!!


Sorrento, 17 Luglio 2010

SLAI Cobas Eav Bus