VIDEO: FIAT Le "Punto" da Melfi ad Arese, giovedì scorso ACCORDO Marchionne - Landini per chiudere l'Alfa Romeo



30 novembre 2011.
I 70 lavoratori ex Alfa Romeo licenziati da 9 mesi e mezzo dall'azienda spionistica Innova Service hanno organizzato oggi un presidio all'Alfa Romeo davanti ai cancelli di Arese Automotive.

Mentre era in corso il presidio, sono arrivati alcune bisarche cariche di auto fra le quali una proveniente da MELFI, con vetture PUNTO appena sfornate dalla FIAT.

MA LA FIAT NON SE N'ERA ANDATA VIA DA ARESE?

Le iniziative di lotta dei licenziati Alfa continueranno anche nei prossimi giorni.

Slai Cobas Alfa Romeo
----------------------------------------------------------
ACCORDO FIAT-FIOM per la chiusura di Arese.
Lo Slai Cobas convocato dalla FIAT solo dopo la firma dell'accordo !!!

Incredibile ma vero !!
Dopo le continue (e di "sinistra") comparsate di Landini da Santoro, la7 e altre televioni, la Fiom torna alla solita realtà sindacal-padronale che ha regalato ai lavoratori in questi anni quintali di porcherie per soffocare diritti conquistati in decenni di lotta.
L'11 novembre 2011 la Fiat ha aperto la procedura per altri due anni di cassa integrazione per CESSATA ATTIVITA' riguardo i 106 lavoratori FIAT AUTO e i 31 lavoratori della FIAT Powertrain (motori) allo stato ancora sopravvissuti all'eliminazione di 20.000 posti all'Alfa Romeo di ARESE.
Lo Slai Cobas e le RSU Slai Cobas, come da norma di legge e come da prassi ventennale, hanno chiesto alla FIAT l'esame congiunto;
la FIAT ha allora convocato lo SLAI COBAS per oggi, alle ore 15, presso il Centro Tecnico FIAT di Arese.

MA INCREDIBILMENTE QUESTA MATTINA ABBIAMO APPRESO CHE GIA'
GIOVEDI SCORSO, al ministero del lavoro, la FIAT, "assistita da ASSOLOMBARDA" (ma MARCHIONNE non era uscito da CONFINDUSTRIA?) ha firmato un accordo con FIOM, FIM e UILM (le ultime due inesistenti alla Fiat di Arese) per la CHIUSURA di ARESE per "CESSATA ATTIVITA'" e per due anni di cassa integrazione finalizzati al licenziamento incentivato o alla ricollocazione in altre aziende.
Oggi, ovviamente, lo Slai Cobas non si è presentato all'incontro "presa in giro" convocato dalla FIAT ed ha dato mandato all'avv. Mirco Rizzoglio di adire a vie legali.

ALFA ROMEO di ARESE:
FIAT CGIL CISL UIL INTESA-SANPAOLO:
GRAVE CONFLITTO di INTERESSI
I due milioni e mezzo di mq dell'area dell'Alfa Romeo di Arese, ubicata su 4 comuni (Arese, Garbagnate, Rho e Lainate), sono oggi di proprietà di FIAT (ma non se n'era già andata via da Arese?), Intesa-Sanpaolo (la banca del ministro del lavoro Fornero e di Passera), UNIPOL (CGIL-CISL-UIL e soci), Lega COOP, Compagnia delle Opere (Formigoni), Brunelli (IPER).
SONO GLI STESSI CHE HANNO FIRMATO LA PORCHERIA DI CUI SOPRA.
E SONO GLI STESSI CHE ORA GESTISCONO ALL'ALFA ROMEO UNA NUOVA SOCIETA' (Arese Automotive) che commercializza le auto di MARCHIONNE.
Ma la lotta continua in tutto il sito dell'Alfa Romeo di Arese ove lavorano oltre 1500 lavoratori, in maggioranza precari, sottopagati e senza diritti.
E ad Arese è in corso dall'11 febbraio scorso la lotta di 70 lavoratori dell'Innova Service, tutti ex Alfa Romeo già licenziati dalla FIAT e rilicenziati da una azienda spionistica protetta da varie istituzioni e da servizi e settori "deviati"? dello stato.

Arese, 28 novembre 2011
Slai Cobas Alfa Romeo