SANITA'

A.S.P. Golgi-Redaelli: CI STANNO PORTANDO VIA TUTTO!

Ai colleghi di tutte le qualifiche, le assemblee che teniamo il 16 e 17 dicembre, forse sono le ultime di questo anno, sappiate che sono molti i problemi che dobbiamo affrontare e li avremo ancora il prossimo anno, per questo serve il contatto diretto e assembleare con tutti.

Come dipendenti dell’A.S.P. Golgi-Redaelli dobbiamo mobilitarci per :

  • Non mollare sui turni di lavoro, ricordandoci che quelli che stiamo facendo attualmente ci sono stati imposti come sperimentali e che ci sono accordi sottoscritti che approvavano i vecchi turni.
  • Cominciare a farci valere per contare nelle scelte organizzative, per decidere sui carichi e sui ritmi di lavoro, dobbiamo decidere iniziative sindacali per bloccare l’autoritarismo strisciante a cui ci sottopongo i nostri dirigenti e non ultimo il nostro direttore. Attrezzarsi contro le continue denuncie fatte da parenti esasperati, che ci incolpano di deficienze spesse legate alla scarsità degli operatori nei reparti, vero motivo perché la qualità dell’assistenza si riduce.
  • Affrontare con l’impegno la situazione di crisi economica che in Italia sta producendo miserie e povertà per tutti.
  • una progressione orizzontale per tutti entro la fine del 2009, per recuperare una parte del potere d’acquisto del nostro stipendio in questi ultimi tempi parecchio inflazionato; ed organizzarci per elaborare una piattaforma rivendicativa aziendale.
Proprio in questi giorni apprendiamo con rammarico che il governo Berlusconi per bocca del suo ministro Bunetta, si prepara a varare una nuova norma anticrisi, (innalzare la pensione di anzianità per le lavoratrici nel pubblico impiego a 65 anni), hanno calcolato che facendo lievitare la pensione di anzianità per le donne da 60 a 62 anni, lo Stato risparmierà dall’1,3 all’1,8 miliardi all’anno. Vogliono togliere ai poveri per dare ai ricchi.

Si apprestano a partire con questo infame progetto dal pubblico impiego perché è il settore meno combattivo in Italia.

I lavoratori e le lavoratrici di questo settore sappiano che è necessario dare un segnale diverso al padronato e allo Stato, cominciando a mobilitarsi, ad organizzarci, altrimenti la perdita dei nostri diritti non si fermerà.

MARTEDI’ 16 dicembre dalle ore 10,00 alle ore 12,00

ASSEMBLEA RETRIBUITA

presso la sala POLIVALENTE dopo il bar.

MERCOLEDI’ 17
dicembre dalle ore 10,00 alle ore 12,00

ASSEMBLEA RETRIBUITA

Nel transatlantico vicino alla termoterapia.

PARTECIPATE…PARTECIPATE…PARTECIPATE…PARTECIPATE …PARTECIPATE

Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU)
A.S.P. Golgi-Redaelli