SANITA'

Presidio avanti ai cancelli della RSA Pertini

I lavoratori della RSA Sandro Pertini dell’Asl Prov.Mi1
sabato 2 maggio 2009 dalle ore 13,30 alle ore 17,30
Organizzano un presidio davanti ai cancelli della RSA Pertini in Via Per Cesate, 62.
Per dire NO ALLA TRASFORMAZIONE DELLA  RSA PERTINI E LA RSD PAPA B. GIOVANNI XXIII,  IN ASP

• L’ASP è obbligata ad avere un pareggio di bilancio, pena la sua messa in liquidazione qualora, per 2 anni consecutivi, non rispettasse la L.R. n.3 del 2008. Pertanto, sarà costretta  ad aumentare le rette, con ripercussioni inevitabili su famiglie di utenti, con un aggravio della condizione di disagio psicologico, sociale ed economico.

• L’ASP comporterà come incognita, una ulteriore riduzione di posti letto,  iniziata lo scorso luglio 2008, con lo svuotamento di 120 posti letto in Casa 1, e, ad oggi, non è stato realizzato alcun progetto finanziario per la costruzione della promessa e già progettata nuova  Casa 3.

• Tenendo conto  della crescente crisi occupazionale  a livello nazionale e, in particolare, nel territorio  Garbagnatese e Limbiatese, si tenta un’operazione che mina le già precarie condizioni economiche delle lavoratrici/ori e relative famiglie.

• Con questa trasformazione si vuole nascondere la volontà politica della Regione Lombardia di esternalizzare e privatizzare Servizi che, ancora funzionano e, a parità di qualità di prestazioni, hanno rette a minori costi.

• Nella condizione attuale la costituzione dell’Asp, laddove non è stata portata avanti alcuna ristrutturazione, pone la struttura in prossima chiusura entro il 2011 (v. All. alla DGR n. 8799 del 30-12-2008)