SANITA'

SLAI Cobas San Matteo - Pavia: LO SLAI COBAS NELLE R.S.U. AL SAN MATTEO

LO SLAI COBAS NELLE R.S.U. AL  SAN MATTEO

 

Nelle elezioni che si terranno a fine anno sarà presente la lista dello Slai Cobas, i lavoratori che sono stanchi della solita minestra: delegati amici degli amministratori che si accordano per togliere invece che  dare ai lavoratori;

continua perdita dei diritti e dello stipendio con accori nazionali imposti e mai discussi con gli interessati.

Nelle elezioni che si terranno a fine anno sarà presente la lista dello Slai Cobas, i lavoratori che sono stanchi della solita minestra: delegati amici degli amministratori che si accordano per togliere invece che  dare ai lavoratori;

continua perdita dei diritti e dello stipendio con accori nazionali imposti e mai discussi con gli interessati.

La costituzione di un sindacato autorganizzato al San Matteo è la condizione migliore per rivendicare i nostri diritti e per fermare  alla continua svendita dei nostri interessi.

Sappiate che ad inizio d’anno le organizzazioni sindacali CGIL, CSIL  e UIL,  hanno sottoscritto l’accordo quadro sul pubblico impiego insieme al cosi detto “MEMORANDUM”, l’accordo è comprensivo degli aumenti del biennio (i 100 euro lordi in parte legati alla meritocrazia) e contiene le nuove norme che regoleranno il settore pubblico.

NEL MEMORANDUM E’ PREVISTA:

MOBILITA’ FRA ENTI;  Per favorire la mobilita' del personale pubblico, statale, regionale e locale, ''  …………..verranno individuati meccanismi anche contrattuali di sostegno e incentivazione………..''sara' strutturato un sistema che favorisca l'incontro fra la 'domanda' di amministrazioni con carenze di personale e 'l'offerta' di dipendenti che intendono cambiare collocazione, anche al fine di contribuire all'effettiva attuazione del decentramento delle funzioni amministrative''.


ciò significa che i dipendenti pubblici possono essere spostati a secondo dei bisogni delle amministrazioni.

 

ESODI ;  ''In caso di accertato esubero di personale non ricollocabile con processi di mobilita' - si

devono prevedere forme incentivate di uscita o attuare norme gia' previste nei contratti anche tenendo conto di esperienze di altri paesi europei''.

 

Così come voluto anche dal segretario della CGIL Epifani, si sono accordati in modo che non ci sia più la garanzia del posto fisso anche nel pubblico  impiego.


MISURAZIONE DELLA QUALITA’ E DELLA QUANTITA’ DEI SERVIZI :  questa norma serve ad attuare un maggior controllo sull’operato di tutti e verranno, a livello decentrato, individuati i modi per aumentare la produttività e ridurre gli organici, così come stanno facendo da anni.

 

Mentre gli aumenti contrattuali previsti nell’accordo dovranno essere finanziati con le risorse della finanziaria del 2008.

Un accordo quadro che accoglie le richieste della controparte non i bisogni dei lavoratori.

I punti del nostro programma sono chiari e di tutt’altra natura :

siamo contro i fondi pensione e non vogliamo finanziare con le nostre liquidazioni la crisi finanziaria dei padroni; i sindacati confederali ci chiederanno di destinare il nostro TFR-TFS ai fondi perchè li gestiscono loro,   DICIAMO DI   NO   AL FONDO COSTITUTITO PER LA SANITA  !

vogliamo iniziare anche al San Matteo una campagna a favore della riduzione dell’orario di lavoro, e per  questo organizzeremo i ricorsi per farci riconoscere il tempo del cambio e dismissione della divisa come orario di lavoro. Abbiamo vinto cause anche nel pubblico impiego in cui sono state condannate le amministrazioni a retribuire 10 minuti di cambio divisa per 5 anni.

diventa d’obbligo rivendicare il pagamento della mezza ora di pausa che molti colleghi non riescono a fare a causa della carenza degli organici.

 

Più organici ! Aumenti di stipendio correlati all’inflazione ! Organizziamoci nello SLAI COBAS sosteniamo e votiamo i suoi delegati.

Pavia 15-5-2007