SLAI Cobas Nazionale

STELLANTIS DUPLICA SEVEL IN POLONIA

FUORI I SOMMINISTRATI


La visita del c.e.o di Stellantis C.Tavares, coincidente con
la temporanea riapertura di Sevel dopo il periodo di c.i.g.o.
dal 29 agosto al 6 settembre u.s.,nel quale sono stati
recuperati centinaia di veicoli incompleti,non ha rimosso le
perplessità e le preoccupazioni dei lavoratori.
La prioritaria strategia di Stellantis/Sevel di riduzione dei
costi,in nome della competitività internazionale, ribadisce la
preannunciata quanto intollerabile esclusione dai futuri piani
occupazionali degli oltre 700 operai in somministrazione
presenti da alcuni anni, con la sostituzione di cassintegrati
selezionati con criteri di esclusiva preferenza aziendale.
Gli investimenti promessi, non associati ad un delineato piano
industriale ed occupazionale futuro, contraddicono con il
prossimo avvio dello stabilimento altamente tecnologico
“concorrente” di recente costruzione in Polonia.
Il Coordinamento di Chieti dello SLAI Cobas ribadisce la
contrarietà a tali decisioni aziendali, miranti a dividere e
discriminare i lavoratori e la produttività futura in due
stabilimenti ed oltremodo irriverenti della professionalità e
dei numerosi successi e profitti conseguiti grazie ai
lavoratori SEVEL nel corso dei 40 anni.

SLAI Cobas Coordinamento di Chieti

 

8 settembre 2021