626 Sicurezza e Salute Lavoro

Approvate in Veneto le Linee guida per esposti ed ex esposti amianto (Linee guida)

Agli interessati è garantita una sorveglianza sanitaria erogata gratuitamente

Sono state approvate lo scorso luglio dalla Giunta Regionale del Veneto le "Linee guida di sorveglianza sanitaria per esposti ed ex esposti ad amianto".

"Con DGR n. 5094 del 28 dicembre 1998 e successive modifiche ed integrazioni - si legge nella prima parte delle linee guida -, la Regione del Veneto ha avviato, in compartecipazione con il Ministero della Sanità, un programma speciale di ricerca riguardante la "Sperimentazione di un modello di sorveglianza e di assistenza sanitaria ai lavoratori con pregresse esposizioni professionali a cancerogeni (Amianto e CVM)", su di un campione di lavoratori individuati negli ex esposti ad amianto e CVM della Regione. Tale programma di sperimentazione ha permesso di:
1) definire ed individuare, sulla base delle conoscenze e delle competenze acquisite in ambito di controllo dei rischi CVM e Amianto nei lavoratori attivi, i livelli di rischio attesi per i vari gruppi di ex esposti in diverse particolari condizioni di lavoro;
2) sperimentare un protocollo sanitario per un'appropriata diagnosi precoce ed assistenza sanitaria in relazione al livello di rischio e gli strumenti necessari;
3) sperimentare un programma di sorveglianza epidemiologica degli ex esposti attraverso gli archivi regionali delle dimissioni ospedaliere;
4) stimare i costi diretti della sorveglianza sanitaria".

Dal 1998 a oggi, con successivi stanziamenti, la sorveglianza sanitaria sui lavoratori con pregresse esposizioni professionali a cancerogeni non si è mai fermata. Per questo, e a seguito di diversi momenti di confronto realizzati dalla Direzione Regionale Prevenzione con le con le Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL ed i Patronati regionali INCA, INAS e ITAL in sede di Tavolo tecnico, è stato definito e condiviso il protocollo per la sorveglianza sanitaria degli esposti ed ex esposti ad Amianto denominato Linee guida di sorveglianza sanitaria per esposti ed ex esposti ad amianto.

"Il documento, che si avvale dell'esperienza maturata con il protocollo sperimentale di sorveglianza sanitaria nel periodo 2000?2005 nella Regione del Veneto, definisce le linee di indirizzo del Sistema sanitario regionale per l'effettuazione del controllo periodico dello stato di salute dei lavoratori esposti ed ex esposti ed è finalizzato alla diagnosi precoce delle malattie asbesto correlate che si manifestano anche a distanza di molti anni dalla cessazione della esposizione, al fine di assicurare agli interessati le eventuali misure terapeutiche e tutele medico legali oltre che le appropriate misure preventive.

Tutti i lavoratori ex esposti ad amianto hanno garantita una sorveglianza sanitaria erogata gratuitamente, su domanda, finalizzata alla diagnosi degli effetti non neoplastici della esposizione ad amianto. In occasione dell'accesso al servizio vengono garantiti:
- stima della pregressa esposizione attraverso l'uso del questionario collaudato nella fase sperimentale 2000?2005;
- raccolta della anamnesi, visita medica ed esame di funzionalità respiratoria;
- accertamento radiologico (rx o TAC spirale o altro) solo su indicazione clinica (sintomi e/o obiettività positiva per problemi a carico dell'apparato respiratorio);
- altri accertamenti (esami ematochimici o strumentali) o visite (Otorinolaringoiatrica, Pneumologica) se indicata dalla clinica;
- counselling breve antifumo;
- corso gratuito di disassuefazione dal fumo;
- successivo controllo su richiesta dell'interessato dopo tre anni.

Fonte: safetynet.it