Esempio di aspetto di una sezione blog (sezione FAQ)

CONTRO LA CASSA INTEGRAZIONE, L’ORGOGLIO DEGLI OPERAI ARCHIMICA!

Il venti di agosto la direzione della ditta Archimica ha aperto la procedura per mettere in CIGS 70 lavoratori. Le motivazioni della cigs non sono per crisi di mercato ma per recuperare le perdite di bilancio, dopo che è già stata attuata la cig ordinaria.

Il venti di agosto la direzione della ditta Archimica ha aperto la procedura per mettere in CIGS 70 lavoratori. Le motivazioni della cigs non sono per crisi di mercato ma per recuperare le perdite di bilancio, dopo che è già stata attuata la cig ordinaria.La fulc(cgil-cisl-uil chimici) aveva già accettato( come avviene da sempre) un percorso che prevedeva la fuoriuscita dei lavoratori pensando che i lavoratori non avrebbero reagito. Ma grazie alla presenza dei nostri delegati e dello slai provinciale, insieme ai lavoratori e agli operai, siamo riusciti nelle assemblee dei tre turni, a dare una sonora sconfitta alla linea sindacale dei confederali.

L’ assemblea del 1° turno ha votato la proposta dei cobas(che prevede il reintegro dei 70lavoratori e il rifiuto della cassa) con 26voti a favore contro 4 per la fulc e 4 astenuti; il 2° turno (con la presenza anche degli impiegati) ha votato per la proposta dei cobas con 60 voti a favore contro 21 per la fulc e 3 astenuti; il turno di notte ha votato con 33voti a favore della nostra proposta e 2 per la fulc con 1 astenuto.

Il totale dei lavoratori che ha votato è di 154 lavoratori su 200, di cui 119 hanno votato per la lotta contro l’ accettazione della CIGS, 27 per la linea fulc e 8 si sono astenuti.

Alla luce di questi risultati, il giorno 7 settembre abbiamo comunicato all’ azienda i risultati delle assemblee chiedendo il ritiro della CIGS per i 70 operai. Siamo in attesa di una risposta. la fulc pur  sonoramente sconfitta ha dichiarato che  parteciperà comunque alla lotta. La battaglia però è appena cominciata. Unitariamente con la RSU e la Fulc abbiamo fissato tre giorni di sciopero totale di otto ore per il 12,18 e 20 Settembre 2007 con presidio davanti alle portinerie con blocco di tutte le merci.Senza voler esaltare o enfatizzare i risultati,politici e sindacali  di questa realtà produttiva, è necessario mettere in evidenza che quando i lavoratori lottano e agiscono in modo cosciente fanno sempre paura, in particolar modoall’azienda,  perché iniziano a rendersi conto che con i confederali non è più possibile difendere i propri interessi e in modo particolare quando si tratta del posto di lavoro.

Ci auguriamo che questa lotta possa essere di esempio per altre realtà produttive e che ci sia la solidarietà concreta di altri lavoratori in lotta partecipando al presidio indetto nei giorni di sciopero ,unendo così le forze.

 

CONTRO LA CASSA INTEGRAZIONE.

CONTRO I LICENZIAMENTI.

UNITA’ FRA TUTTI I LAVORATORI.

LOTTA AD OLTRANZA FINO AL RITIRO DEI LICENZIAMENTI.

 

SLAI-COBAS RHO

LAVORATORI- STUDENTI AUTORGANIZZATI