SLAI Cobas cooperativa Punto Service: LO SCIOPERO E’ L’UNICA ARMA DEI LAVORATORI

PARTECIPIAMO ALLO SCIOPERO GENERALE INDETTO DAI CONFEDERALI PER IL 4 APRILE 2008

I soci e le socie delle cooperative sociali si trovano, come tanti operai di altri settori, a non avere incrementi economici da oltre 2 anni e per loro, oltre ai bassi salari, vigono norme penalizzanti anche sul piano della difesa del posto di lavoro e sui diritti.

Solo i dirigenti delle cooperative continuano a guadagnare soldi senza rischiare niente !

Lo SLAI COBAS, non concorda  sulle politiche sindacali  che i confederali stanno imponendo a tutto il mondo del lavoro:

 

le richieste economiche sono moderate per non compromettere i guadagni e i profitti,

le norme non migliorano le condizioni di lavoro ma legano sempre più i lavoratori alle esigenze delle aziende e delle cooperative,

hanno completamente abbandonato la battaglia per estendere l’art. 18 anche ai soci delle cooperative.

Ai sindacati confederali va buona parte della responsabilità politica delle condizioni lavorative dei soci e delle socie perché, nonostante i milioni di iscritti su cui possono contare, non organizzano  questa  enorme potenzialità  per creare,  sul territorio nazionale, rapporti di forza a favore di tutti i lavoratori e soprattutto dei lavoratori delle cooperative sociali.

La coscienza dei lavoratori di questo settore deve partire dai bisogni dell’organizzazione dal basso, per cominciare a sviluppare l’organizzazione e la lotta su tematiche politico-sindacali che abbiano come punti fondamentali il bisogno di collegarsi agli altri settori partendo dalle rivendicazioni minime ma fondamentali :

Stesso lavoro stessa retribuzione, stessi diritti.

Estensione dell’Art. 18 anche ai soci / socie delle cooperative.

Riduzione dell’orario a parità di salario, con stipendi di almeno 1.300,00 euro mensili e con 35 ore di lavoro settimanali.

Turni di lavoro graditi e che permettano di godere di una normale vita sociale.

 

I soci lavoratori della cooperativa Punto Service della Casa di Riposo per Coniugi di via dei 500, aderiscono allo sciopero anche per dimostrare che sono in grado di autorganizzarsi per rispondere alla dirigenza con decisione e con la lotta, consapevoli che lo sciopero è l’unica arma a disposizione degli sfruttati e degli oppressi !

Non ci spaventa perdere qualche ora di stipendio, anche se gli obiettivi dei sindacati confederali non ci soddisfano, ma vogliamo essere della partita per

 

rilanciare le rivendicazioni del settore sociale.

per conquistarci la dignità sul posto di lavoro.

per indicare a tutti che SOLO L’AUTORGANIZZAZIONE E LA LOTTA PAGANO! 

 

SLAI Cobas cooperativa Punto Service