Alfa Romeo di Arese: PROTESTA DEI LAVORATORI IN MOBILITA’

La FIAT mette in CIG e mobilità i lavoratori dell’Alfa e sposta le loro lavorazioni all’officina Marazzi, di fianco alla fabbrica !!

Questa mattina una delegazione di lavoratori Alfa Romeo di Arese, quasi tutti lavoratori in mobilità perché licenziati dalla Fiat il 1° marzo 2008 dopo essere stati in Cigs dal 2002, ha fatto una manifestazione di protesta davanti all’officina Marazzi di Caronno Pertusella, a 2 km dallo stabilimento dell’Alfa. All’officina Marazzi  negli scorsi giorni, in maniera molto provocatoria, la Fiat ha commissionato dei completamenti di alcuni particolari su circa mille vetture Alfa Romeo da assegnare alla polizia.
Fino a due mesi fa queste lavorazioni venivano effettuate nelle officine Fiat dell’Alfa Romeo di Arese.
Ora, mentre i lavoratori che facevano queste lavorazioni all’Alfa sono lasciati a casa in cassa integrazione o, peggio, licenziati con la mobilità, alla officina Marazzi sono assegnate le stesse lavorazioni e lì vengono assunti lavoratori con contratti precari e interinali.

La famiglia Agnelli, dopo aver archiviato per il 2008 il miglior bilancio di sempre (diversi miliardi di utili), ora fa pagare la crisi solo ai lavoratori.
E ad Arese bastona i lavoratori proprio quando, qui ad Arese, sta decollando il mega progetto speculativo su una enorme area di 2 milioni e mezzo di mq (Expo 2015, alberghi, villette, il più grande centro commerciale d’Europa, ecc..).

Lo Slai Cobas, unitamente ai lavoratori, non ci stà e chiede lo stop alle speculazioni e ai licenziamenti:
AD ARESE VOGLIAMO LAVORO PER NOI, I NOSTRI FIGLI E I GIOVANI DELLA ZONA !!

LAVORO DIRITTI DIGNITA’

Arese, 17-3-2009