Slai Cobas Alfa Romeo: Comunicato "Assolto il compagno Massimo"

Massimo aveva in mano una semplice Bandiera con asta di plastica e non ha operato alcuna violenza.
Nonostante ciò il PM ha oggi chiesto la condanna a due anni di carcere. Massimo Vinci, operaio della Fiat e delegato dello Slai Cobas, è stato messo in Cassa integrazione a zero ore dal 2002 ed è stato licenziato dalla Fiat il 1° marzo 2008. Massimo, con Mario e Lina, altri delagati Slai Cobas, e altri operai non hanno accettato nei mesi scorsi 80.000 euro della Fiat e 33.000 euro degli americani di AIG, soldi dati in cambio della rinuncia al posto di lavoro presso l'area dell'Alfa di Arese.

Basta speculazioni sull'area di Arese.
Vogliamo lavoro per Massimo e gli altri compagni licenziati!


Slai Cobas Alfa Romeo