Cento anni Alfa Romeo Operai bloccano i festeggiamenti

articolo www.repubblica.it

A organizzare il presidio, preceduto da un corteo lungo viale Alfa Romeo, il sindacato Slai-Cobas, che ha anche impedito l'accesso a decine di auto d'epoca invitate per la cerimonia.


Un centinaio di dipendenti dell'ex Alfa Romeo di Arese (Milano) ha bloccato l'ingresso dello stabilimento, mentre sono in corso i festeggiamenti per il centenario della storica casa automobilistica. A organizzare il presidio, preceduto da un corteo lungo viale Alfa Romeo, il sindacato Slai-Cobas, che ha anche impedito l'accesso a decine di auto d'epoca invitate per la cerimonia.

"Vogliamo mostrare che si festeggia in quello che oramai è un cimitero industriale, dove tutti gli operai sono in mobilità o in cassa integrazione", ha spiegato Renato Parimbelli, dello Slai-Cobas. "E' una manifestazione anche contro l'accordo di Pomigliano, perchè la storia della fabbrica di Arese è stata segnata da decine di promesse mai mantenute e di ricatti da parte di Fiat".

Non hanno aderito alla manifestazione i sindacati Flmuniti-Cub, che hanno invece deciso di organizzare all'interno della fabbrica una mostra fotografica che ripercorre i cento anni di storia dell'Alfa Romeo. Le celebrazioni, a cura del Museo storico Alfa Romeo, proseguiranno fino a domani, con più di 500 auto d'epoca provenienti da tutta Europa esposte nello stabilimento. "Abbiamo deciso di raccontare ai visitatori la storia della fabbrica dagli albori fino a quando Fiat ha decretato la chiusura - spiega Carlo Pariani, della Flmuniti-Cub - è sintomatico il fatto che la casa madre non abbia neanche preso parte ufficialmente all'evento".