FIAT POMIGLIANO

FIAT, POMIGLIANO: SLAI COBAS, FALLITO PIANO MARCHIONNE

POMIGLIANO D'ARCO - Prorogata la cassa integrazione per i circa cinquemila operai della Fiat auto di Pomigliano d'Arco (Napoli): con una nota inviata ai sindacati, infatti, l'azienda ha comunicato un'ulteriore settimana di cassa integrazione per i lavoratori, che non avrebbero ripreso prima del 9 febbraio prossimo, con sette giorni di ritardo rispetto ai colleghi di altri stabilimenti italiani. A Pomigliano d'Arco, la cig continuerà fino al 13 febbraio, per una ripresa della produzione slittata al 16 dello stesso mese. "Ma la Fiat - spiega Vittorio Granillo, del coordinamento nazionale dello Slai Cobas - ha anche comunicato che si lavorerà fino al 20 febbraio, per poi attuare un altro stop produttivo fino al 9 marzo prossimo. Una situazione non certo rosea per gli operai dello stabilimento".

Granillo, inoltre, sostiene che "i fatti attuali dimostrano il completo fallimento del piano Marchionne": "Al momento - conclude - lo stabilimento di Pomigliano è l'unico a non avere un piano di produzione futuro.

La crisi, quindi, sta solo facendo venire alla luce tutto quello che dicevamo da tempo, e cioé che il tanto vantato piano che avrebbe dovuto rimettere in sesto la fabbrica pomiglianese, si è rivelato solo un bluff a danno dei lavoratori". (ANSA).