FIAT POMIGLIANO

Fiat, operai reintegrati al lavoro



POMIGLIANO D'ARCO - Rientreranno in fabbrica anche gli altri tre lavoratori della Fiat auto di Pomigliano d'Arco, licenziati nel febbraio del 2006 insieme ad altri cinque operai dello stabilimento, già reintegrati lo scorso gennaio. Una sentenza a firma del giudice del lavoro del Tribunale di Nola, Paola Martorana, infatti ha dato ragione al ricorso presentato dagli operai, e ne ha disposto il rientro immediato. Ne ha dato notizia all'Ansa Vittorio Granillo, del coordinamento nazionale dello Slai Cobas, sindacato al quale appartengono tutti gli operai licenziati nel 2006, per poi essere reintegrati nel maggio dello stesso anno, ed essere licenziati nuovamente a settembre del 2008, quando una sentenza ribaltò la precedente. A gennaio la discussione in aula per il ricorso di cinque operai: per quattro il giudice aveva disposto il reintegro. ''Si è fatto di tutto per mettere fuori il sindacato dalla fabbrica - spiega Granillo - ma ora stiamo attuando un percorso, anche legale, per riportare la democrazia nello stabilimento, a cominciare dalla denuncia che sarà presentata da 165 lavoratori della Fiat di Pomigliano d'Arco, che sono stati spostati nel reparto di Nola''. Granillo non potrà rientrare subito in fabbrica, perchè dovrà attendere la discussione di un altro ricorso da lui presentato, a seguito della sua messa in mobilità forzata avvenuta a fine 2007.

di redazione 20/03/2009
Anno II Numero 79

ww.ilnolano.it