FIAT POMIGLIANO

SLAI Cobas Fiat Pomigliano: Il giudice reintegra in fabbrica gli altri tre degli otto Licenziati FIAT

CON ORDINANZA DEPOSITATA STAMATTINA IL GIUDICE DI NOLA REINTEGRA IN FABBRICA GLI ALTRI TRE DEGLI OTTO LICENZIATI (ALL’EPOCA DIPENDENTI TNT, POI DHL - OGGI IL RAMO D’AZIENDA E’ STATO RILEVATO DI NUOVO DALLA FIAT) PER LE ASSEMBLEE DI ‘SAN VALENTINO’ DEL 2006  TENUTE NELLO STABILIMENTO DI POMIGLIANO D’ARCO IN CUI 6.000 LAVORATORI - CON LO SLAI COBAS - CONTESTARONO FIOM-FIM-UILM-FISMIC PER LA STIPULA DEL CONTRATTO-BIDONE DEI METALMECCANICI : SI SGONFIA COSI, DOPO ALTERNE VICENDE GIUDIZIARIE, LA PROVOCAZIONE ANTISINDACALE ORDITA ALL’EPOCA DALLA FIAT CONTRO LO SLAI COBAS. INTANTO GRANILLO, DOPO IL DISPOSITIVO DEL GIUDICE DEL LAVORO DI STAMANE, POTRA’ IMPUGNARE L’ENNESIMO LICENZIAMENTO (COLLOCAZIONE IN MOBILITA’ FORZATA) COMMINATOGLI DALL’AZIENDA IL 1° GENNAIO 2007
SUCCESSIVAMENTE LA FIAT DEPORTO’ DALLO STABILIMENTO DI POMIGLIANO AL REPARTO-CONFINO DI NOLA 316 LAVORATORI TRA ATTIVISTI SINDACALI ED AMMALATI DI CUI 137 MILITANTI DELLO SLAI COBAS:  L’ ILLECITA OPERAZIONE DI ‘DEPURAZIONE SINDACALE’ FU SOTTOSCRITTA TRA FIAT E FIOM-FIM-UILM-FISMIC ALL’UNICO SCOPO DI ‘FAR FUORI’ UN SINDACATO SCOMODO PER POTERE DARE IL VIA ALL’ACCORDO SUL ‘PIANO MARCHIONNE”: ACCORDO CHE OGGI STA CHIUDENDO LA FABBRICA.

LO SCANDALO DEL REPARTO CONFINO DI NOLA SARA’ SOLLEVATO DALLO SLAI COBAS, OLTRE CHE IN MAGISTRATURA DEL LAVORO,  ANCHE IN OCCASIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI LUNEDI’ PROSSIMO ALLA PREFETTURA DI NAPOLI MENTRE E’ IMMINENTE LA DENUNCIA IN TRIBUNALE DI 165 LAVORATORI CON LA RICHIESTA DI REINTEGRO A POMIGLIANO ANCHE ALLA LUCE CHE NEI PROSSIMI MESI E’ PREVISTO IL RINNOVO DELLE RSU IN FIAT

LA DEBOLEZZA-CONGENITA DELLA PIATTAFORMA CONFEDERALE DI ‘SALVATAGGIO CONCERTATIVO’ DELLA FIAT POMIGLIANO (CHE, NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI SORTIRA’ - DOPO LE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE E LE COOLLEGATE STRUMENTALIZZAZIONI IN INCUBAZIONE - UN ACCORDO DI DIMEZZAMENTO PRODUTTIVO ED OCCUPAZIONALE ‘STILE DATITALIA’ IN CAMBIO DI NUOVI FINANZIAMENTI PUBBLICI MOLTIMILIARDARI PER LA FIAT CHE TAGLIA ANCORA UNA VOLTA PRODUZIONE ED ORGANICI) CONVINCE SEMPRE MENO LA MAGGIORANZA DEI LAVORATORI DI POMIGLIANO IN RELAZIONE ALLA MANCANZA DI CREDIBILI PROSPETTIVE PRESENTI E FUTURE, LA SCARSISSIMA ADESIONE RISCONTRATA DALLO SCIOPERO DI FINE TURNO DI STAMANE INDETTA DA FIOM-FIM-UILM-FISMIC LO CONFERMA.

SLAI Cobas - coordinamento provinciale di Napoli - Pomigliano d’Arco