FIAT POMIGLIANO

INFORTUNIO, PER FIAT "DISATTENZIONE", PER SINDACATI "STRESS"

Termoli. Lo sciopero proclamato da un nutrito gruppetto di lavoratori Fiat (Slai Cobas, ma anche Fiom Cgil e Rsu) dopo l’infortunio sul lavoro che ha danneggiato gravemente la mano di un operaio dell’8 valvole, si è concluso con un incontro tra sindacati e aziende durante il quale la Fiat ha fornito la sua ricostruzione dell’episodio. Una disattenzione del lavoratore alla base dell’infortunio secondo quanto illustrato dalla dirigenza, che si è scontrata con l’opinione dei sindacalisti, i quali hanno invece posto l’attenzione sugli eccessivi ritmi produttivi, sullo stress dei lavoratori e anche sull’usura della linea biella, impianto che a sentire i sindacati non funziona perfettamente essendo poco competitiva. Lo sciopero è stato spiegato come atto di solidarietà verso G.P., padre di 4 figli, ancora ricoverato in ospedale con la mano compromessa.

28/05/2009 - www.primonumero.it