FIAT POMIGLIANO

Pomigliano, nuova cassa Elezioni Rsu in autunno

Giovanni Brancaccio

Nuova cassa integrazione per gli operai della Fiat di Pomigliano d'Arco (Napoli), che sono fermi da giovedì scorso dopo una ripresa produttiva durata tre giorni. L'azienda ha comunicato nuova Cassa integrazione anche per il mese di agosto. "Si ritorna in fabbrica il 20, 21 e 22 luglio - spiega Vittorio Granillo, del coordinamento nazionale dello Slai Cobas - e poi cassa integrazione fino al 6 settembre prossimo". Fiat aveva comunicato nei giorni scorsi la Cassa integrazone di luglio, ed il fermo produttivo fino al 2 agosto. Gli operai dallo scorso anno lavorano con una media di una settimana al mese. Con lo stabilimento aperto per soli tre giorni, a questo punto appare improbabile che i lavoratori possano andare al voto per rinnovare le Rsu. Più probabile che se ne riparlo in autunno. In ogni caso l'ultima parola spetta alla commissione elettorale di fabbrica. Intanto ieri fumata grigia, in Regione, per quanto riguarda le indennità di cassa integrazione e moblità in deroga. La Regione, dopo il chiarimento avuto giovedì sera con il Governo, dovrebbe firmare lunedì la convenzione con l'Inps necessaria per l'erogazione delle risorse, che alcuni lavoratori aspettano da dicembre. Dopo tanti rinvii, però, i sindacati cio vanno con i piedi di piombo. "Siamo a luglio, e il confronto è stato avviato ad aprile - ricorda il leader regionale della Uilm Giovanni Sgambati - da quello che ci dicono lunedì ci dovrebbe essere un passo in avanti importante, ma aspettiamo prima di cantare vittoria". A Napoli e in Campania sono migliaia i lavoratori che attendono lo sblocco dei 59 milioni stanziati dal Governo. Fondi che peraltro, secondo i sindacati, che lo hanno ribadito nei giorni scorsi in un incontro con il sottosegretario al Welfare, Pasquale Viespoli, sono assolutamente insufficienti a coprire il fabbisogno di tutto l'anno, che ammonterebbe a circa il doppio della cifra stanziata. Intanto i sindacati nazionali rivelano che il ministro dello Sviluppo Claudio Scajola ha convocato per mercoledì 8 il tavolo tecnico sull'auto con sindacati, Fiat e Regioni.

del 04-07-2009 num. 129

www.denaro.it