FIAT POMIGLIANO

I SINDACATI CONFEDERALI NON HANNO ALCUN MANDATO A TRATTARE CON LA FIAT



FIAT POMIGLIANO
 
I SINDACATI CONFEDERALI NON HANNO ALCUN MANDATO A TRATTARE CON LA FIAT DOMANI A TORINO IN QUANTO LE STRUTTURE DI FABBRICA SONO DECADUTE DA UN ANNO ED ANCORA NON RINNOVATE: EVENTUALI ACCORDI NON SARANNO VALIDI
 
LO SLAI COBAS INTIMA A FIOM-FIM-UILM DI DESISTERE DALL’OSTRUZIONISMO ED AVVIARE LE PROCEDURE ELETTORALI ENTRO 10 GIORNI MINACCIANDO IN MANCANZA IL RICORSO ALLE VIE GIUDIZIALI
 
Con una raccomandata a mezzo fax spedita a FIM-FIOM-UILM provinciali ed alla Commissione elettorale per l’elezione delle RSU/RLS allo stabilimento G. Vico della Fiat di Pomigliano d’Arco - comunicazione trasmessa per conoscenza anche all’azienda locale nonché alla sede legale torinese della Fiat - Antonio Tammaro, legale rappresentante e coordinatore provinciale di Napoli del sindacato, ha intimato “l’immediata predisposizione delle operazioni di voto entro e non oltre 10 giorni dalla ricezione della presente preannunciando in mancanza ogni idonea ed adeguata tutela giudiziale dei diritti dei lavoratori e di quelli sindacali”.
 
“A nome di chi e con quale mandato si presenteranno domani a Torino, alla trattativa con la Fiat,  i sindacati confederali cui, da un anno, manca il coraggio di sottoporsi al voto ed al giudizio dei lavoratori per il rinnovo della rappresentanze aziendali e, quindi e di fatto, sono da un anno inesistenti in fabbrica?”… dichiara Antonio Tammaro, coordinatore provinciale di Napoli di Slai cobas…”Ma alla Fiat di Marchionne servono giusto i ‘sindacati fantasma’ per siglare ‘piani di rilancio fantasma’ e proseguire nell’opera di ridimensionamento e smantellamento produttivo e chiusura di stabilimenti pagati con lauti finanziamenti pubblici da parte dello Stato, mentre ai lavoratori ed alla società civile serve altro!”…”alcun eventuale accordo sindacale, a firme congiunte o separate che siano, avrà alcun valore perché mancante del mandato e della rappresentanza sindacale di fabbrica dei lavoratori; né, senza l’immediata elezione sindacale in fabbrica, potrà aver valore alcun referendum (proposto da Marchionne) che, a questo punto, sarà forzatamente “truccato” dai contraenti il contratto mancando, in quanto decaduta, la rappresentanza sindacale aziendale”.
 
SLAI cobas - coordinamento provinciale di Napoli
 
Pomigliano d’Arco, 7/6/2010