FIAT POMIGLIANO

LICENZIAMENTO GALASSO, SLAI COBAS: "ATTENTATO AI SINDACATI"

Termoli. «Un grave attentato alla democrazia e al sistema delle relazioni sindacali e’ stato messo in atto dalla ditta Sirio (Fiat Termoli) con il licenziamento inflitto a un proprio dipendente nonche’ dirigente sindacale con pretestuosi motivi che mirano alla cancellazione della liberta’ dei lavoratori». Lo Slai Cobas, coordinamento provinciale, definisce così la vicenda che due giorni fa ha visto protagonista il sorvegliante Arcangelo Galasso, e parla di «politica reazionaria del metodo Marchionne all’insegna del motto “colpire uno per educarne cento’’». Nel rinnovare la solidarietà al dipendente licenziato, il coordinamento Slai Cobas dichiara di essere pronto a mettere a disposizione la propria struttura legale, «ricordando ancora una volta a tutti i sindacati presenti nel sito Fiat di Termoli che e’ arrivata l’ora della sveglia . in uno scenario nazionale disastroso dove i lavoratori sono in preda ad un attacco politico di dimensioni enormi». Da qui l’invito a una mobilitazione unitaria contro il progetto «teso alla restaurazione reazionaria da parte dei padroni».

www.primonumero.it

LINK
Galasso: "Io, pedinato dall'azienda"