FIAT POMIGLIANO

MARCHIONNE DENUNCIATO DA 150 OPERAI DELLA FIAT POMIGLIANO

MARCHIONNE DENUNCIATO DA 150 OPERAI DELLA FIAT POMIGLIANO: CON RICORSI PRESENTATI AI TRIBUNALI DI TORINO, NOLA E A QUELLO DI APPELLO DI NAPOLI MENTRE  IMPORTANTI E RECENTI SENTENZE HANNO MESSO KO LA FIAT SULL’OBBLIGO DEL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI SINDACALI ALLO SLAI COBAS (CASSAZIONE FEBBRAIO 2012) E ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DEI LAVORATORI INTERINALI ALLA FIAT POWERTRAIN DI TERMOLI (TRIBUNALE LARINO GENNAIO 2012)

VENERDI’ 30 MARZO 2012 - H 10.30 - SALA RIUNIONI SLAI COBAS POMIGLIANO
ATTIVO LAVORATORI FIAT

Odg:

•    rilancio iniziativa in fabbrica

•    preparazione assemblea operaia nazionale - venerdì 20 aprile  - all’alfa romeo di arese

 “Se le strategie parallele della Fiat di Marchionne e del governo Monti sono le due facce della stessa medaglia padronale, bisogna dare forza e ruolo generale alla lotta dei lavoratori delle fabbriche Fiat perché la tenuta operaia sarà determinante - e contribuirà comunque - al necessario cambiamento dei rapporti di forza sindacali e politici nei luoghi di lavoro e nella società”!

Slai cobas Fiat Alfa romeo e terziarizzate - Pomigliano d’Arco, 29/3/2012