FIAT POMIGLIANO

LA FIAT LICENZIA VITTORIO GRANILLO (ESECUTIVO NAZIONALE SLAI COBAS) - CONTINUA L'ATTACCO AGLI OPERAI

Mobilità forzata per allontanarli dalla fabbrica, licenziamenti politici per rappresaglia, pressioni perché si autolicenzino.

Leggi le notizie nella sezione Fiat Pomigliano e Alfa Sud

 

Vittorio Granillo, dopo il licenziamento del 2006, viene ora messo in mobilità forzata per allontanarlo dall'Alfa Sud.
E a Pomigliano, con il piano del "grande manager" Marchionne, centinaia di lavoratori sono già stati buttati sulla strada e altre migliaia saranno licenziati nei prossimi mesi.

A Termoli la Fiat ha licenziato il nostro compagno Luigi Cravero e a Vibo Valentia Domenico Martelli, già colpito da numerosi colpi di arma da fuoco davanti all'azienda e poi licenziato, è stato ora rilicenziato dalla Ecocall ...

I nostri delegati, e altri operai e lavoratori che non si piegano, sono colpiti dalla repressione padronale alla Fiat di Melfi, ad Arese e in tante altre aziende per far posto a precariato e a sindacati di comodo.


CRESCONO PROFITTI E STRAGI SUL LAVORO 

e CADONO SALARI E DIRITTI!


Sabato 12 gennaio - ore 9.30
Milano, c/o la sede di Viale Liguria 49
coordinamento nazionale allargato dello SLAI Cobas

• CASSA DI RESISTENZA PER I LICENZIATI
• LAVORO STABILE - SALARIO – DIRITTI


SLAI COBAS www.slaicobas.it

Sede naz: V.le Liguria 49, Milano

tel/fax 028392117 - 3400021679
Sede legale: Via Masseria Crispi 4, Pomigliano (Na)
tel/fax 0818037023 – 3683600543