VIDEO: Rischio avvelenamento per 500 lavoratori dell'Alfa Romeo di Arese



14 gennaio 2012_Alfa Romeo di Arese
500 lavoratori rischiano l'avvelenamento.

Oggi lo Slai Cobas ha presentato un esposto penale alla Procura di Milano e ai CC contro la FIAT denunciando che 500 lavoratori del palazzo del Centro Tecnico FIAT sono a rischio avvelenamento perchè i fumi delle caldaie entrano direttamente nelle prese d'aria dell'impianto di condizionamento e dei ricambi d'aria di tutto il palazzo e di tutti i 5 piani.
Fino all'altro ieri il Centro Tecnico della FIAT era ad emissioni zero, essendo teleriscaldato con servizio fornito dalla centrale termica dell'Alfa.
Ma ora la FIAT, dato anche che vuole vendere il Centro Tecnico, ha deciso di avere un impianto di riscaldamento autonomo ed ha impiantato delle nuove caldaie a metano.

I camini dai quali fuoriescono i fumi delle caldaie (SCO, NOX, CO2, ecc..) sono quasi allo stesso livello delle prese d'aria dell'impianto di condizionamento. La situazione è intollerabile in condizioni climatiche normali; quando c'è bassa pressione o quando i venti vanno in particolari direzioni la situazione diventa drammatica come si può chiaramente vedere dal filmato dello Slai Cobas.

All'interno del Centro Tecnico lavorano circa 500 persone, in maggior parte del call center FIAT, oltre che di altre aziende FIAT e collegate (impiegati, mensa, pulizia, sirio, ecc..), lì è ubicata la mensa e sempre lì vi sono gli uffici ove almeno una volta al mese si devono recare gli ultimi 140 cassintegrati.

La FIAT ad Arese è oggi ufficialmente proprietaria di 200mila mq dell'area (centro tecnico, museo, centro direzionale e area limitrofa).

Da qualche mese la FIAT si è insediata nei 300mila mq dell'area del SILOS di Arese Automotive.
La FIAT inoltre, secondo LaRepubblica, controlla anche tutta l'area ABP (AIG-Lincoln); 260mila mq di questa area sono stati venduti a fine anno dalla immobiliare della famiglia Agnelli, Cushman & Wakefield, alla società TEA.

E un uomo Fiat, Luigi Arnaudo, comanda in tutte le altre società (Brunelli ed EUROMILANO) proprietarie dell'area di Arese.

Arese, 14 gennaio 2012 Slai Cobas Alfa Romeo
SLAI COBAS