NOTIZIE SLAI COBAS

MIRAFIORI/ FASSINO: FISCHI NASCONO DA FRUSTRAZIONE DI ANNI

MIRAFIORI/ FASSINO: FISCHI NASCONO DA FRUSTRAZIONE DI ANNI

"Se utile ed opportuno non ho difficoltà ad andarci"

10-12-2006 15:10
 
Roma, 10 dic. (Apcom) - La contestazione ai sindacali confederali allo stabilimento Fiat Mirafiori è frutto di "una condizione di frustrazione con radici profonde. Non è detto, infatti, che se i tre leader sindacali fossero andati in fabbrica otto-nove volte negli ultimi anni quell'assemblea sarebbe andata diversamente...". Il segretario dei Ds Piero Fassino commenta così, durante l'intervista a "In Mezz'ora" su Rai 3, i fischi in fabbrica a Cgil, Cisl E Uil. Fassino spiega poi "se utile e opportuno non avrò nessuna difficoltà ad andare a Mirafiori" nel prossimo futuro.

Ma di chi è la colpa, incalza Lucia Annunziata, di questa frustrazione degli operai? "Autocritica è una parola che non amo molto - dice Fassino -, ma credo ci sia una responsabilità della società di aver accettato una riduzione del valore del lavoro manuale" e "con il ministro Damiano che per i Ds si occupava di questo" non sarà più così, assicura Fassino. "Faccio io una domanda - rilancia Fassino -: quanti anni sono che in una pubblicità televisiva non si vede un operaio? Quando il lavoro manuale viene così svilito non ci si può stupire che chi lo fa manifesti una sua frustrazione". Fassino ha abbandonato Mirafiori? "No, ci vado in tutte le campagne elettorali, è la mia storia, ho mantenuto un'attenzione..." conclude il leader della Quercia.