NOTIZIE SLAI COBAS

MIRAFIORI: RINALDINI (FIOM), FISCHI NON MI SORPRENDONO

MIRAFIORI: RINALDINI (FIOM), FISCHI NON MI SORPRENDONO

 

 

'Non sono sorpreso e meravigliato per una discussione anche vivace ma vera: i lavoratori hanno manifestato grande preoccupazione e tensione chiedendo autonomia al sindacato e ribadendo che non c'è governo amico del sindacato'. A dirlo è il segretario generale della Fiom Cgil Gianni Rinaldini, parlando delle movimentate assemblee allo stabilimento torinese della Fiat a Mirafiori, cui hanno partecipato i leader di Cgil, Cisl e Uil: 'I lavoratori, di cui tutto si può dire tranne che la Finanziaria li abbia entusiasmati, hanno posto alle confederazioni tre condizioni rispetto alla trattativa di gennaio su pensioni e patto di produttività: l'autonomia del sindacato dal governo; la democrazia interna per cui ogni accordo e piattaforma va posta al voto dei lavoratori; l'indisponibilità ad accettare peggioramenti sulle materie della trattativa. Ossia, non accettano l'innalzamento dell'età pensionabile e la gestione unilaterale degli orari di lavoro come chiede la Confindustria e, in tal senso, ci sono state risposte e impegni precisi da parte dei segretari generali di Cgil, Cisl, Uil'. Rinaldini rimarca, comunque, che 'le assemblee, quando si è tentato da parte di qualcuno di strumentalizzare la situazione critica per inneggiare al governo Berlusconi, hanno sonoramente sommerso di fischi tale impostazione'.

11/12/2006  15.20