NOTIZIE SLAI COBAS

DOMENICA 22 FEBBRAIO 2009 - Presentazione del libro OPERAI, CARNE DA MACELLO la lotta contro l'amianto a Sesto S. Giovanni

DOMENICA 22 FEBBRAIO
Ore16.30
SPAZIO POPOLARE LA FORGIA
 
Presentazione del libro
OPERAI, CARNE DA MACELLO
la  lotta  contro  l'amianto  a  Sesto  S. Giovanni     
       
Parteciperanno:
DANIELA TROLLIO del "Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio"
MICHELE MICHELINO del "Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli" di Sesto San Giovanni ed ex operaio della Breda Fucine
FULVIO DI GIORGIO Coordinatore prov.le SLAI Cobas Prologo
La storia: una storia di fatica, sudore, malattie e morti, ma anche lotte, solidarieta', gioia e vittorie.
I luoghi: Sesto San Giovanni, provincia di Milano. La Stalingrado d'Italia, la citta' operaia delle grandi fabbriche come la Breda, la Marelli, la Falck.
La fabbrica: la Breda Fucine, fondata nel 1886 col nome E.Breda & C. e chiusa nel 1997.
I protagonisti: operai, lavoratori, cittadini; uomini e donne molto spesso senza nome e senza volto.
Il killer: l'amianto, detto anche asbesto, il  "miglior termodispersore al mondo". Pratico, economico ma anche mortale. In se' non e' pericoloso: lo diventa quando si usura e le piccolissime particelle di cui è composto (nell'ordine di millesimi di millimetro) si disperdono e vengono inalate. Allora vanno a concentrarsi nei bronchi, negli alveoli polmonari e nella pleura e provocano danni irreversibili ai tessuti.
Questo libro racconta come un gruppo di operai della Breda Fucine siano riusciti a portare sul banco degli imputati non solo i dirigenti di una fabbrica "di morte" ma un sistema economico che, in nome del profitto, calpesta e uccide uomini e natura.
E' una storia "vera", una  storia collettiva come tante altre - magari  sconosciute, ma che  formano la Storia del movimento operaio - di uomini e donne che hanno portato avanti, contro tutto e contro tutti, una battaglia  per la salvaguardia del diritto alla salute di  lavoratori e cittadini.
E' a loro, alla loro tenacia e al loro coraggio, che e' dedicato questo libro.
Questa storia collettiva e' stata scritta non solo per ricordare.
A Sesto S. Giovanni il veleno si chiama AMIANTO. Ma potrebbe chiamarsi ARSENICO, come a Manfredonia, DIOSSINA come a Seveso o CVM come a Porto Marghera.
Il nome che avra' domani ancora non lo conosciamo.
Vogliamo far conoscere la nostra storia perché non si ripeta.
 
INVITIAMO LA CITTADINANZA, I LAVORATORI E LE LAVORATRICI, LE ASSOCIAZIONI E I SINDACATI, I SETTORI SOCIALI PROLETARI, LE REALTA' DI LOTTA CHE SI OCCUPANO DI AMIANTO AD UN INCONTRO CON I PROTAGONISTI DI QUESTA BATTAGLIA DI GIUSTIZIA E CIVILTA', PER DISCUTERE ASSIEME SU UN PROBLEMA CHE RIGUARDA TUTTI NOI.

Via Mazzini, 24 - Bagnolo Cremasco (CR)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  http://www.autistici.org/laforgia/