NOTIZIE SLAI COBAS

SLAI Cobas SEA: Testo della comunicazione inviata alla società Sea Handling, e direzione Aereoporto Malpensa Terminale 2 per l'Atteggiamento discriminatorio da parte dell'Azienda nei confronti di lavoratori iscritti all'O.S SLAI Cobas



Testo comunicazione 09 agosto 2011


Il giorno 29 luglio ho ricevuto una telefonata da un Vs. impiegato della Segreteria del c/s in cui mi veniva detto che” i  miei cambi turni erano sospesi in attesa della valutazione dei responsabili”.
Lo stesso giorno il collega Team leader, il Sig. P., che mi aveva richiesto il cambio dei turni riceveva anch'egli una telefonata da un addetto della Segreteria del c/s in cui gli veniva detto: “ i turni sono in attesa di valutazione, ma proprio con lui (Magri) dovevi cambiare?, ce ne sono altri 150 (Team leader) possibile che non trovi un altro?” (con cui cambiare i turni).

Inoltre  è stato detto ai Rit e agli  Rht  in turno di non accettare più cambi turno anche se corretti relativi alla mia persona, nel caso in cui ricevano richieste di cambio turno devono contattare il Sig. F..

Tra l'altro anche le turnazioni che mi vengono assegnate sono oggettivamente discriminatorie nei miei confronti, poiché i miei colleghi Team leader effettuano turni (da settimanale) con una media di ore notturne maggiori di quelle che mi vengono assegnate, per non contare le turnazioni che mi sono state assegnate che non contengono neanche un'ora di notturno, pur essendo turnazioni pomeridiane, e che hanno palesemente il fine di colpirmi economicamente.

Stesso comportamento, cambi turno e turnazioni) è stato utilizzato nei confronti di altri Vs. dipendenti Team leader e oua e tutti iscritti allo Slai Cobas.

In data 28/07/2011 il Sig. S. (Team Leader) veniva contattato telefonicamente dalla segreteria (Sig. R.) per avvisarlo che da quel momento in poi tutti i suoi “cambi turno” dovevano essere visionati da vari responsabili (Sig. F., Sig. M., Sig. M.) e che i 3 cambi (03/08 -11/08-12/08/2011) richiesti con regolare procedura erano stati negati ed i motivi andavano richiesti agli stessi.

Al collega team Leader Sig. F. con cui il Sig. S. aveva effettuato uno dei cambi rifiutati è stato detto da addetti della segreteria: “ non ti preoccupare non sei tu la causa è S.!”

Anche al Sig. Sozzi veniva applica la stessa  procedura restrittiva, ogni  richiesta di cambio turno nel giorno successivo, permessi in uscita oppure un eventuale ritardo di inizio turno fatta al R.I.T, lo stesso deve contattare  il  Sig. F. per sapere quale comportamento adottare nei confronti del Sig. S..

Tali disdicevoli azioni sono state intraprese anche nei confronti del Sig. S. e del Sig. B., tutti iscritti Slai Cobas.

Gia' nell'Agosto del 2008 Vi avevo inviato una lettera di protesta per il Vs. metodo di rifiuto di cambi turno senza motivo alcuno se non quello di discriminare dei lavoratori iscritti allo Slai Cobas.

Devo constatare a malincuore che queste cattive abitudini sono dure da estirpare.

Siccome non è la prima volta che qualche “misterioso“Responsabile e/o Dirigente Aziendale decide di attuare questo modus operandi  nei miei confronti e le volte scorse mi sono limitato ad inviarVi delle lettere di protesta, questa volta Vi informo che, visto il perdurare di questo comportamento illecito, privo di Etica e Deontologia professionale (vedi anche il Codice Etico Sea) non solo contro la mia persona (ormai abituata a tali disdicevoli azioni) ma anche e soprattutto contro lavoratori che quotidianamente svolgono la loro mansione con professionalità e serietà,  procedero' a depositare una denuncia particolareggiata nelle sedi istituzionali competenti per tutelare la  dignità professionale mia e dei colleghi coinvolti e presentero' un ricorso ex art. 28 Statuto Lavoratori  nei Vs. confronti per attività antisindacale.



Nota della redazione: I nomi menzionati in questo testo vengono riportati solo con le iniziali