NOTIZIE SLAI COBAS

TERZO GIORNO DI SCIOPERO ALLA MALGARA CHIARI E FORTI DI AVIO [TN]

Terzo giorno di sciopero alla malgara chiari e forti, con grande soddisfazione affermiamo che il trend non accenna a cambiare, la partecipazione mantiene le stesse proporzioni dei primi due giorni e rafforza le sicurezze su un'eventuale prolungamento della lotta. Purtroppo però non cambia la forma mentis aziendale, che pur soffrendo pesantemente le ripercussioni dello sciopero, cade nuovamente nell'errore di considerare l'iniziativa dei lavoratori come una buotade passeggera. nella mattinata, e per giunta nei corridoi dei reparti, s'è arrischiata a proporre un pagamento anticipato (di qualche giorno) della tredicesima mensilità, per avere in cambio un sabato lavorativo. La risposta dello slai cobas, unico sindacato presente in fabbrica, è stato un assoluto no ad ogni trattativa sul rientro delle spettanze, sottolineando che i lavoratori hanno subito già abbastanza privazioni e ricatti da averne abbastanza per un bel pezzo. l'azienda di rimando, abbastanza innervosita, ha avvertito che nel pomeriggio avrebbe contattato le altre parti sindacali. dal canto nostro, diamo per certo che riceveranno dai colleghi una risposta farcita più o meno delle stesse argomentazioni. prima di congedarsi frettolosamente non ha però mancato di minacciare uscite sui quotidiani locali, promettendo accuse dirette a lavoratori ed rsu, rei di poco attaccamento al lavoro. Capite bene quale sia il punto di vista di questi signori, la produzione, la redditività, le prerogative aziendali vengono sempre e comunque prima di questi quattro straccioni di operai, che si permettono pure di lamentarsi!! ...ma purtroppo per l'azienda ed i suoi illustri rappresentanti, questi "quattro straccioni" hanno le idee ben chiare, per non parlare poi di una grande voglia di dimostrare a lungo la loro dignità.

Massimo Barletta
RSU SLAI COBAS MALGARA CHIARI E FORTI