NOTIZIE SLAI COBAS

SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI DEL CALL CENTER DELLA VAS EUROPE

Abbiamo appreso oggi la notizia del processo cui siete sottoposti e del precedente licenziamento di 4 lavoratori del Call Center. L’incredibile richiesta di danni da parte dell’azienda per il vostro sciopero dal 14 al 28 dicembre 2007 non è altro che uno strumento per terrorizzare i lavoratori che lottano, dividerli, impedire che si organizzino per difendere le proprie condizioni di lavoro, i propri diritti.

Siamo al vostro fianco e a vostra disposizione per eventuali iniziative di sostegno, perché nella vostra vicenda riconosciamo la nostra stessa esperienza, quella che vede tutt’ora 3 operai nostri iscritti licenziati per rappresaglia politica dal padrone (1 alla Fiat di Termoli, 1 alla Fiat di Pomigliano, 1 alla Ecocall di Vibo Valentia).

Un’esperienza che oggi, a partire dall’esempio della Fiat che fa da scuola a tutto il padronato, si sta diffondendo in vari posti di lavoro e vede licenziati per rappresaglia anche altri operai e lavoratori.

Siamo al vostro fianco perchè la lotta contro i licenziamenti è oggi fondamentale dal momento che i padroni si sbarazzano dei lavoratori a loro piacimento, grazie ad un serie di contratti che escono dalle leggi che precarizzano  tutti i lavori come il “Pacchetto Treu” e la “Legge 30”. Lavoratori usa e getta che sono ridotti in condizioni di paraschiavitù in nome del profitto.

Siamo al vostro fianco perchè riteniamo sia necessario dare una risposta unitaria e dal basso di tutti i lavoratori, a prescindere dalle tessere sindacali che possono avere in tasca, contrapposta alla concertazione dei sindacati istituzionali (confederali e autonomi). Una risposta che può avere successo come è avvenuto allo stabilimento Fiat di Pomigliano, dove la mobilitazione operaia ha ottenuto il ritiro di 10 licenziamenti, comminati la settimana scorsa ad altrettanti operai, “colpevoli” di aver fatto un corteo interno di massa contro i corsi di “formazione” anticamera della chiusura della fabbrica, corsi condotti alla presenza di vigilantes che, addirittura, accompagnavano gli operai che dovevano andare in gabinetto (cosa permessa non più di due volte).

Ci piacerebbe sapere se i 4 licenziamenti sono stati ritirati, se la vostra lotta ha avuto successo. Comunque sia, siamo dalla vostra parte e vi appoggiamo.

 

per lo SLAI Cobas

Francesco Rizzo

 

 

Slai Cobas  www.slaicobas.it

Sindacato dei Lavoratori Autorganizzati Intercategoriale

Sede nazionale: Viale Liguria 49, 20143 Milano, tel/fax 02/8392117, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.slaicobasmilano.org

Sede legale: Via Masseria Crispi 4, 80038 Pomigliano d’Arco (Na), tel/fax 081/8037023, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   www.slai-cobas.org