Per contatti: redazione@slaicobas.it

CENTRO SOCIALE SGOMBERATO: 'COLPITA' STORICA LIBRERIA CALUSCA

AGI) - Milano, 22 gen. - Con il centro sociale 'Cox 18' di via Conchetta, e' stata sgomberata oggi a Milano anche l'adiacente 'Calusca' di Primo Moroni, storica libreria dagli anni Settanta punto di riferimento della sinistra radicale milanese. "Stanno sgomberando l'archivio immenso di mio padre e ne stanno tentando il sequestro"; il tam tam e' partito sui blog questa mattina tramite la figlia di Moroni, Maysa, che sul web ha invitato alla mobilitazione, denunciando la violazione dell'archivio, "proprieta' privata mia e di mia madre". Un insieme enorme di testi, manoscritti e materiale informatico quello della 'Calusca', un archivio formatosi a partire dal 1971, quando Primo Moroni fondo' la libreria che divenne tra i luoghi di ritrovo culturale piu' noti del capoluogo lombardo.
  Fondata nel vicolo omonimo nel 1971, ha cambiato piu' volte sede - sempre nella zona di Porta Ticinese - stabilendosi nel 1992 all'interno del centro sociale 'Cox 18'. Primo Moroni, morto nel 1998, e' stato uno dei principali protagonisti della vita della sinistra radicale milanese; scrittore e intellettuale, fu in prima linea negli anni delle proteste e del terrorismo politico. Nel 1988 scrisse con Nanni Balestrini 'L'orda d'oro' sull'ondata rivoluzionaria del Sessantotto; e' anche coautore di 'La Luna sottocasa. Milano tra rivolta esistenziale e movimenti politici', storia sociale di Milano dal secondo dopoguerra alla fine degli anni Ottanta. Il suo archivio, che raccoglie i materiali della libreria, contiene anche volantini, manoscritti, archivi di riviste; alla raccolta di Primo Moroni e a quanto acquistato dalla libreria Calusca dopo la sua morte si sono aggiunti negli ultimi anni testi, incentrati sulla politica militante e il marxismo-leninismo, donati da frequentatori della libreria e vecchi compagni di vita politica di Moroni.