Per contatti: redazione@slaicobas.it

Operai al voto a Pomigliano

Il referendum sull'accordo del 15 giugno, firmato dalla Fiat con Fim, Uilm, Fismic e Ugl, si svolgera' domani a Pomigliano, dalle 8 alle 21. Lo spoglio iniziera' subito dopo e quindi, intorno alle 23, si conoscera' il risultato. Nello stabilimento campano domani non ci sara' cassa integrazione: l'azienda ha infatti richiamato al lavoro, su richiesta dei sindacati, tutti i 5.200 dipendenti per agevolare la partecipazione al voto.
Il quesito, al quale i lavoratori dovranno rispondere con una croce sul Si' o sul No, e': "Sei favorevole all'ipotesi d'accordo del 15 giugno 2010 sul progetto 'Futura Panda' a Pomigliano?".

Dieci urne saranno dentro la fabbrica, tutte nella sala un tempo adibita al pagamento delle buste paga. Un'altra sara' nello stabilimento di Nola, dove c'e' il polo della logistica.

I turni saranno tre: dalle 8 alle 10, dalle 10 alle 12, dalle 12 alle 14 (per il secondo turno le fasce orarie saranno rispettivamente 15-17, 17-19 e 19-21). I circa 310 lavoratori di Nola voteranno dalle 12 alle 14 (primo turno) e dalle 14 alle 16 (secondo).

La commissione elettorale, formata da dieci delegati (due per organizzazione, Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Slai-Cobas), ha convalidato oggi le 5.200 schede. Ci saranno trenta scrutinatori per turno. Allo spoglio assisteranno i segretari territoriali e regionali dei sindacati.