TFR

MERCATI: COVIP, SERVE FIDUCIA. ORIZZONTE FONDI PENSIONI E' LUNGO TERMINE

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Le forme pensionistiche complementari, per la loro stessa natura, vanno guardate in un orizzonte temporale di lungo termine, nel quale momenti di turbolenza dei mercati possono considerarsi come inevitabili. Senza contare che le stesse modalita' di funzionamento dei fondi pensione tendono di per se' ad attenuare gli effetti delle oscillazioni dei mercati, prevedendo flussi di versamento periodici e, quindi, distribuiti nelle varie fasi di mercato''. E' quanto ha dichiarato Bruno Mangiatordi, presidente facente funzione della Covip, la commissione di vigilanza sui fondi pensione, nel corso di un'audizione sugli effetti della crisi dei mercati, in commissione Finanze del Senato.

Mangiatordi ha tenuto a sottolineare la necessita' che ''gli aderenti siano sollecitati a tener ben presente la prospettiva di lungo periodo propria dell'investimento previdenziale'' e ha lanciato quindi un messaggio di fiducia.

''Nell'attuale contesto di crisi - ha osservato - occorre dare rinnovata evidenza degli elementi tipici della previdenza complementare, per ricordare che su di essi e' possibile fondare una piu' stabile fiducia nella opportunita' della scelta di partecipazione indipendentemente dalle fasi alterne dei mercati''.