Esempio di aspetto di una sezione blog (sezione FAQ)

Contro lo scorporo ATM, assemblea SLAI Cobas: giovedì 18 gennaio ore 19,30 presso la sede di Milano

SCORPORO E BILANCIO A.T.M.

TROFEI DEL PRESIDENTE

 

giovedì 18 gennaio ore 19,30 assemblea di tutti i lavoratori ATM presso la sede in Viale Liguria 49 - Milano

 

info: sede A.T.M. Milano – M2 Romolo (mezzanino)

tel/segr. 02/58104017

tel/fax 02/48032023

 

È cominciato il movimento tellurico in ATM. La prima violenta scossa ha prodotto ATM Servizi(1500 dipendenti). Con questa manovra la stessa potrà partecipare alle gare d’appalto di quei settori che man mano ATM Spa deciderà di cedere, come dire che può o potrà comprare se stessa o parti di essa, quasi una clonazione. Il risultato finale dei sommovimenti, possiamo scommettere, sarà la disarticolazione tota-le del tessuto operaistico formato in oltre cinquant’anni in ATM con annesse conquiste, dignità e diritti.

A proposito inoltre di novità, da gennaio occhio alle nuove buste paga e i probabili, anzi sicuri “errori”.


ATM Servizi a scorporo avvenuto avrà un’organico di circa 6000 dipendenti, altri 1000 dipendenti ope-reranno per ATM Spa quello che non è molto chiaro è che, visto che al momento in tutto siamo in oltre 8 mila, dove verranno collocati i restanti 1000 lavoratori che mancano all’appello? Serviranno forse ancora una volta a far quadrare il bilancio aziendale? ma poi di quale azienda? Spa o Servizi? Visto che una li cede e l’altra non li assume. Di fatto prima che avvenisse lo scorporo e quindi l’insediamento degli am-ministratori, a detta del presidente Soresina, già ATM Spa ha acquisito il 20% di quota del metrò 5 di Mi-lano Garibaldi- Bignami, come dire che prima della partenza ha tagliato il traguardo.

Il comune già in aprile aveva deliberato per uno scorporo in 4 società, poi invece nella seduta successiva del 09/05/2006 ha deliberato per lo scorporo, per ora, in 2 società dalle quali quasi certamente saranno partorite altre piccole società e tutto per soddisfare la atavica fame di poltrone dei confederali CGIL com-presa che per ora pare esserne tagliata fuori e quindi a qualcuno può far sembrare che stavolta sono vera-mente tosti. Si pensi che questa strategia, che moltiplica i costi con ulteriori dirigenti, funzionari e parassiti vari, sta già portando al fallimento alcune aziende di TPL che adesso stanno facendo re-tromarcia riaccorpando in un’unica azienda (ultimo esempio l’AMTAB di Bari).

Quello che al momento è certo, è che tutte e due le ATM giocheranno parecchio sulla riduzione del per-sonale e graveranno ancora di più sulle condizioni di lavoro con una mobilità strisciante, recupero di pro-duttività, abbattimento di diritti (vedi contratti nazionali e aziendali). È l’inizio della divisione dei con-tratti tra operai, impiegati e tranvieri tanto amata ad alcuni lavoratori e soprattutto a molti sindacalisti: in pratica quando un lavoratore diventerà inabile alla propria mansione, l’unico posto sicuro sarà quel-lo…..della poltrona della propria abitazione. La procedura di trasferimento definitivo, che poi sarebbe la prima, prevede la cessione di tutti i lavoratori di superficie interurbana (poco meno di 400) più i dirigenti.

Il 18 dicembre ‘06 presso ASSOLOMBARDA, “covo di rappresentanza dei padroni”, si è svolto l’incontro tra ATM Spa, ATM Servizi, le OO.SS. CGIL,CISL,UIL,FAISA,UGL, il coordinamento RSU ATM e infiltrato/i compresi che forse stanno cominciando a prendere lezioni di concertazione.

Infatti l’azienda ha dato disponibilità alle OO.SS. e al coordinamento (AGLI AUTOINVITATI NO!) di proseguire la contrattazione con il metodo della CONCERTAZIONE, praticamente SVENDO 2 o SVEN-DO 3, questo sarà il metodo di operare di sindacati e coordinamento RSU.

Come SLAI abbiamo scritto ad ASSOLOMBARDA, al sindaco e ATM, del comportamento antisindacale usato nei nostri confronti in occasione del suddetto incontro, e per prima ha risposto ASSOLOMBARDA affermando che non essendo firmatari di contratto non hanno ritenuto di convocarci. Essere firmatari di contratto vuole dire entrare nel metodo più congeniale e vantaggioso che i padroni hanno studiato che si chiama (CONCERTAZIONE), cioè (SVENDITA dei diritti dei lavoratori), questo metodo non entra nella logica dello SLAI COBAS, logica per la quale ci distinguiamo da tutti gli altri compreso quelli che si o-stinano a definirsi di BASE o di CLASSE, ma quale? Forse quella del sesto sindacato concertativo??

 

CONTRO LO SCEMPIO ALLE PORTE

ORGANIZZIAMO BARRICATE

GIOVEDÌ 18 GENNAIO ORE 19,30 ASSEMBLEA DI TUTTI I

LAVORATORI ATM PRESSO LA SEDE IN V.LE LIGURIA 49