Esempio di aspetto di una sezione blog (sezione FAQ)

FIAT: CONTRO L’ACCORDO SULLE PENSIONI IL 60% DEI LAVORATORI HA SCIOPERATO QUESTA MATTINA CON LO SLAI COBAS IN FIAT AUTO E COLLEGATE AZIENDE TERZIARIZZATE DI POMIGLIANO D’ARCO

La prima  risposta all’accordo sulle pensioni  firmato  con il governo da CGIL, CISL, UIL e UGL senza alcun mandato da parte dei lavoratori,  non si è fatta attendere ed è venuta  dagli operai della Fiat Auto di Pomigliano e delle aziende terziarizzate ad essa collegate. Questa mattina infatti ad incrociare le braccia a seguito dello sciopero di 8 ore (dalle 06.00 alle 14.00) indetto dallo Slai Cobas sono stati il 60% dei lavoratori ( 2000 sui 3500 comandati da Fiat e terziarizzate).

L’alta percentuale di scioperanti sta a testimoniare la determinazione dei lavoratori nel rifiutare un accordo che peggiora il sistema pensionistico più di quanto abbia già fatto la controriforma Maroni e boccia, senza appello, il tentativo di un ulteriore passo  verso la definitiva privatizzazione delle pensioni  nonostante il flop del versamento del TFR nei fondi, cui hanno aderito solo 4 lavoratori su 100 !

 

A questa prima, immediata mobilitazione, seguirà  la preparazione di forti, unitarie iniziative da costruire alla ripresa del lavoro dopo le ferie, per contrastare la controriforma pensionistica, l’attacco ai salari e contro la precarietà.

 

Pomigliano, 21 Luglio 2007

 

Slai Cobas Fiat Auto e Terziarizzate